Scuola media statale


Offerta formativa

P.O.F.

Il POF è il Piano dell'Offerta Formativa che ogni scuola elabora come proposta ad alunni e genitori. E' un modo per far conoscere gli indirizzi e la "personalità" dell'istituto.


 

SCUOLA MEDIA STATALE ALIGHIERI  - FERMI

RIMINI    a.s. 2008/2009

 

"E' camminando che si fa il cammino"

Antonio Machado

 

                                                                                                                                                                                          

 

 

            Il bacino di utenza della scuola, risultato della fusione di due sedi distinte, la Dante Alighieri e la Enrico Fermi , è molto vasto e variegato dal punto di vista della composizione sociale, comprendendo una zona della città che va da San Giuliano a Viserba, Torre Pedrera e S.Giustina, con una popolazione di oltre 1000 alunni. La scuola opera in un territorio dalle problematiche numerose e complesse, pertanto, da diversi anni, propone agli alunni e alle loro famiglie un'offerta formativa molto articolata.

 

Attualmente nei 14 corsi, secondo la Riforma della scuola L. 53/2003, sono in vigore moduli orari di 33, 34 e 36 ore in base alla richiesta dei genitori.

 

Tutti i ragazzi sono coinvolti in un percorso triennale cha va dall'accoglienza, alla conoscenza di sé, all'orientamento in vista di una crescita armoniosa e di una scelta consapevole della scuola superiore. Numerosi sono i progetti che vedono le classi interagire con le istituzioni, sia locali che internazionali, progetti relativi all'educazione ambientale, all'educazione alla salute, all educazione stradale, alle nuove tecnologie, alla conoscenza di altre culture, all'esperienza creativa: teatro, musica, arte

 

Ricca è la programmazione di visite d'istruzione che diventano anche soggiorni studio in ambienti diversi dal nostro e forme di gemellaggio con altre scuole soprattutto per scambio di esperienze relative alle lingue e all indirizzo musicale.

 

L'offerta si amplia con proposte di laboratori pomeridiani, a libera partecipazione, quali: il giornale d'Istituto, METEORA, che ha una tiratura di 1000 copie per 4/5 numeri all'anno, l attività sportiva,  i laboratori artistici, il coro e le attività di potenziamento e consolidamento disciplinare.

La scuola adotta una metodologia attiva, quella dell imparare facendo e imparare ad imparare che tende al coinvolgimento e alla partecipazione in prima persona  dell alunno e della sua famiglia in un percorso educativo e culturale condiviso.

 

Infatti i genitori dei ragazzi, oltre a far presente i problemi e le aspettative nei confronti dei loro figli, sono un soggetto attivo nella scuola dove da anni opera un Comitato che sostiene anche finanziariamente, con varie iniziative, le proposte della scuola, che collabora alla organizzazione di incontri di approfondimento per genitori circa le tematiche giovanili, che favorisce lo scambio di esperienze e la socializzazione, che organizza laboratori per i genitori, che affianca con competenza e impegno l azione educativa della scuola.

E operativo, inoltre, uno sportello d aiuto per genitori, in particolare di alunni stranieri, affinché possano orientarsi meglio nell approccio con l istituzione scolastica e con le istituzioni cittadine.

Da qualche anno è attiva la classe di accoglienza per alunni stranieri . Il progetto, rivolto a quei ragazzi che sono da poco in Italia e non possiedono gli elementi fondamentali per comprendere la lingua, prevede un percorso intensivo, a tempo limitato, che ha la finalità quella di accompagnare individualmente gli alunni e favorirne l ingresso nelle classi  loro assegnate.

 

 

 

1

 

 

 

 

 

LA PAROLA AI GENITORI:

 

-COME è POSSIBILE COLLABORARE? 

-QUALE CONTRIBUTO POSSO DARE?

 

 

 

Dalle aspettative dei genitori, esplicitate durante colloqui individuali, e collettivi e dalle riflessioni scaturite negli incontri di lavoro per la costruzione di un PATTO EDUCATIVO  condiviso, emerge il seguente profilo della scuola Alighieri-Fermi: un Istituto coerente con la sua storia che chiama docenti, alunni e genitori ad un comune Progetto su cui investire energie, competenze e risorse con impegno, responsabilità e buona volontà per il raggiungimento degli obiettivi previsti.

 

Per quanto riguarda il modello educativo, in primo luogo ci si aspetta da questa scuola "un approccio amichevole, un'attenzione particolare alla persona, al ragazzo, alle sue problematiche ad alla sua formazione, nel senso di metterlo in grado di essere autonomo nelle scelte, di essere più sicuro di sé, di imparare a lavorare ed a collaborare con gli altri. Ci si aspetta più attenzione ai valori, al confronto tra culture diverse ed un approccio pluralistico".

 

Queste attese ci manifestano l'importanza che i genitori attribuiscono all'educazione, alle attività socializzanti, ma anche al ruolo ad alla capacità del docente di gestire in tutti i contesti le dinamiche all'interno e fuori dalla classe, di farle evolvere in senso formativo.

 

Grazie alle varie metodologie adottate e all attuazione di percorsi individualizzati, la maggior parte dei genitori ritiene la scuola capace di orientare i ragazzi attraverso la valorizzazione delle loro attitudini e dei loro interessi: una scuola che "dà spazio alla creatività, apre la mente, tiene viva la curiosità e l'attenzione, riesce a coinvolgere emotivamente gli alunni".

 

Per quanto riguarda i contenuti e le abilità, i genitori si aspettano che i loro figli escano con una solida preparazione di base e in grado di affrontare il nuovo e il difficile, "una scuola seria, che dà affidamento, con un buon ambiente dove l'eterogeneità del gruppo classe è una risorsa".  Ritengono molto importante che ogni ragazzo si appropri di un metodo di studio personale, fondamentale, oltre alla preparazione di base, per il proseguimento degli studi. I punti di forza dell'organizzazione generale riconosciuti dai genitori sono: ricchezza e chiarezza della proposta; competenza del corpo docente; collegialità e condivisione dell'offerta formativa; garanzia di uno standard di qualità globale indipendente dal corso; motivazione degli insegnanti che credono in quello che fanno; continuità educativa con la scuola elementare e superiore; attenzione al percorso orientativo per scelte consapevoli. (scarica in basso il file completo)

 

 

 

 

 

2

 

 




Documenti allegati

POF.rtf

Altre informazioni disponibili
UNA PALESTRA PER LA MENTE
Progetto Polo Specialistico
Corso Sperimentale ad Indirizzo Musicale
Progetto Coro
IL CORO
Notizie per alunni e genitori
Orario di ricevimento professori
L arte di educare: come aiutare il proprio figlio a crescere
Gloria Soave
Moduli, circolari, comunicazioni.


Pagina precedente  |  Pagina principale


Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni